Tag Archives: emotività

  • 0

L’investitore Intelligente

Tags : 

L’emotività e un orizzonte di breve periodo possono minare le decisioni di investimento. E’ quello che emerge da una ricerca diNatixis Global Asset Management condotta su 2.400 promotori e consulenti finanziari tra Asia, Europa, America e Medio Oriente, 150 dei quali italiani. Nell’edizione 2015 della ricerca, promotori e consulenti finanziari hanno identificato i cinque maggiori errori che a loro avviso i risparmiatori commettono in un contesto di mercato non facile:

  • Decisioni guidate dall’emotività
  • Orizzonte di breve periodo
  • Mancanza di un piano finanziario
  • Obiettivi finanziari non chiari
  • Non rispettare il proprio piano

1101120123_6008 consulenti su 10 ritengono che prendere decisioni sull’onda emotiva sia il più grande errore che i risparmiatori possano effettuare, insieme ad avere un orizzonte troppo focalizzato sul breve termine e alla mancanza di un piano finanziario.

Nella stessa direzione vanno anche le riflessioni del più grande investitore di tutti i tempi, Warren Buffett, su quella che considera la sua principale fonte di ispirazione: The Intelligent Investor  (letteralmente “l’investitore intelligente”), il libro di Benjamin Graham.

Fare un buon investimento non è facile, ma applicando semplici e sagge regole di buon senso potremo puntare al raggiungimento dei nostri obiettivi.

Investire con successo nella vita non richiede un quoziente intellettivo stratosferico, competenze economico-finanziarie fuori dal comune o informazioni privilegiate. E’ necessario avere una buona predisposizione mentale nel prendere decisioni e l’abilità di non permettere alle emozioni di avere il sopravvento.

La storia ci ha dimostrato che i risultati  dipendono principalmente dai nostri comportamenti. Se adottiamo i comportamenti giusti, è possibile diventare più forte dei mercati. 

 

 

L’investitore Intelligente 

 I mercati finanziari oscillano, è nella loro natura. Apprendere il giusto atteggiamento verso le oscillazione dei mercati è un passaggio fondamentale nella formazione di qualunque investitore di successo, professionale o meno che sia.

Benjamin Graham

Se sei interessato ai servizi di Banca Mediolanum (a Civitavecchia, Santa Marinella, Tarquinia, Viterbo, Santa Severa, Cerveteri, Ladispoli )
Ottieni Info

Giordano Cozzi
Family Banker. Investo molte ore della mia giornata, alla ricerca di informazioni finanziarie e bancarie, con l’obiettivo di dare un vero valore aggiunto a tutti i clienti.

  • 0

Crisi Cinese: Pericolo o Opportunità?

Tags : 

 

ANALISI MACROECONOMICA DELLO SCENARIO INTERNAZIONALE: LO SHOCK DEI MERCATI FINANZIARI CINESI

Da un anno i mercati finanziari cinesi hanno sperimentato una fortissima crescita, assumendo per certi aspetti le caratteristiche di una bolla finanziaria che ha iniziato a mostrare segnali di instabilità già dal mese di giugno.

L’11 agosto si è assistito ad una svalutazione dello yuan dell’1,9%. Tale mossa ha innescato speculazioni al ribasso sulla valuta, portando ad una perdita di valore complessiva del 3% circa in tre giorni sul mercato interno.crisi_finanziaria

Il 18 agosto, la Borsa Cinese ha registrato un nuovo violento crollo delle quotazioni, legato principalmente ai timori sul rallentamento dell’economia reale a seguito del deterioramento degli indici manifatturieri. Numerosi sono stati i tentativi, da parte delle autorità cinesi, di arginare il fenomeno.  La Cina stava correndo, com’era sotto gli occhi di tutti. Le previsioni per quest’anno erano di una crescita del 7%, ma sembra che invece che ci sia un rallentamento. Alcuni economisti affermano che crescerà del 6,5% / 6%, che potrebbe sembrare poco rilevante ma che invece qualche impatto ce l’ha, altri addirittura dicono che può crescere del 5% o del 4%. Leggendo i giornali sembra che quello che sta succedendo in Cina, e di conseguenza anche sui Paesi emergenti, sia un rallentamento, forse dovuto alla rapida e forte crescita del recente passato, forse al fatto che si tratta di un’economia dedicata soprattutto alle esportazioni e che debba quindi affrontare una trasformazione, un cambiamento in un’economia basata anche sui consumi interni.

STUDIANDO IL PASSATO APPAIONO CHIARE ALCUNE COSTANTI

I giornali hanno riportato “Crisi in Cina”, “Mercati che scendono” e la prima conseguenza quale è stata? Calo delle materie prime, calo del petrolio, calo dell’inflazione, calo dei tassi di interesse.

Questo cosa significa?

plus-258-258Significa che il mondo va, grazie alla crisi, verso una situazione in cui c’è più abbondanza di energia a basso costo, e quindi costa meno produrre. Interessi più bassi, quindi minor costo del denaro e maggiore liquidità: questi elementi messi assieme agiscono nella direzione opposta, ridando impulso all’economia. Sono quelli che io chiamo gli anticorpi. L’economia è come un essere vivente. Quando si ammala, e noi diciamo che l’economia si ammala quando rallenta, produce gli anticorpi come avviene per il nostro corpo, ma con una differenza: l’economia, che è basata sull’intera umanità, continua sempre ad esistere e quindi a rinnovarsi. A seconda della dimensione della crisi, si sviluppano anticorpi più o meno forti. La riduzione del costo delle materie prime, dell’energia e dei tassi diventa sempre più intensa, fino ad avere il sopravvento sulla crisi, e l’economia può ripartire.

Per non essere sopraffatti dall’emotività e riuscire ad essere distaccati da tutte queste notizie, il risparmiatore deve seguire un grandissimo principio: la diversificazione temporale, geografica e per titoli, adattandosi alle specifiche esigenze e propensione al rischio.

È IL COMPORTAMENTO DEL RISPARMIATORE CHE DETERMINA I SUOI RISULTATI.

Il cognitivista Paolo Legrenzi spiega come le emozioni diventano paralizzanti quando ci sono di mezzo i nostri soldi. “Evitare le perdite più che puntare al guadagno porta a scelte spesso paradossali”

Rosso e Blu 

I mercati finanziari globali sono caratterizzati da periodi di crescita e di flessione che si alternano. Il grafico, che rappresenta l’andamento delle borse mondiali dal 1925 ad oggi, evidenzia come, dopo ogni periodo di flessione il mercato mondiale torni a risalire. Nello sviluppo economico le stagioni calde sono durate in media molto di più delle stagioni fredde. Infatti, l’andamento dell’economia mondiale nel corso della storia ha evidenziato un trend di crescita costante proprio dall’alternanza di periodi di forte espansione (Periodi Rossi) e periodi di correzione (Periodi Blu). E proprio i momenti di correzione hanno rappresentato le migliori opportunità per gli investimenti finanziari.

msci

Se sei interessato ai servizi di Banca Mediolanum (a Civitavecchia, Santa Marinella, Tarquinia, Viterbo, Santa Severa, Cerveteri, Ladispoli )
Ottieni Info

 

Giordano Cozzi
Family Banker. Investo molte ore della mia giornata, alla ricerca di informazioni finanziarie e bancarie, con l’obiettivo di dare un vero valore aggiunto a tutti i clienti.

Categorie

Furto, smarrimento, duplicazione di bancomat e carte di credito?