Tag Archives: obbligazioni

  • 0

Il Fu titolo di Stato

Tags : 

Le obbligazioni presentate come rendimenti privi di rischi, ora sono rischi privi di rendimenti. Il finanziere Warren Buffet, considerato un oracolo sui mercati, liquida la situazione attuale con una battuta. Ma la realtà è, forse, ancora peggiore di quanto il suo sarcasmo possa descrivere. La grande crisi e la risposta delle banche centrali di mezzo mondo ha infatti creato sui mercati obbligazionari un paradosso: ormai molti titoli di Stato e molte obbligazioni aziendali hanno rendimenti negativi. Sotto zero. Chi le compra, in parole povere, paga un tasso d’interesse per prestare i propri soldi allo Stato o all’impresa emittente del titolo, in inglese il Bond. Avete capito bene: chi investe in titoli di Stato, oggi corre il rischio di non guadagnare nulla ma anzi di pagare un “dazio”.

tassi

E anche chi compra obbligazioni più rischiose, deve spesso accontentarsi di rendimenti molto bassi. Troppo bassi rispetto ai rischi. Ecco perchè investire oggi in obbligazioni è molto difficile: per avere rendimenti accettabili bisogna rischiare molto (e guadagnare comunque poco), altrimenti bisogna accontentarsi di nulla, O, addirittura, di “pagare” per investire i propri soldi. Per questo oggi è più che mai importante informarsi, anche per investire in bond. Tra il bail-in bancario, tassi negativi e rischi generali, serve una bussola anche per comprare strumenti semplicissimi.

La volatilità dei mercati finanziari e la crescente incertezza sul futuro impongono riflessioni che debbono andare al di là della pura logica di profitto a breve termine. Logica che finora ha sempre indirizzato le scelte di buona parte dei risparmiatori. Il mordi e fuggi sui mercati è un mestiere per esperti con ingenti capitali a disposizione. Per i piccoli risparmiatori realizzare un’attenta pianificazione finanziaria informandosi bene sui prodotti da acquistare è il primo grande passo per un buon investimento.

informazione-finanziaria-aritma-1024x476

Se sei interessato ai servizi di Banca Mediolanum (a Civitavecchia, Santa Marinella, Tarquinia, Viterbo, Santa Severa, Cerveteri, Ladispoli )
Ottieni Info

Giordano Cozzi
Family Banker. Investo molte ore della mia giornata, alla ricerca di informazioni finanziarie e bancarie, con l’obiettivo di dare un vero valore aggiunto a tutti i clienti.

  • 0

I Bond Subordonati

Tags : 

Innanzitutto, con il termine di obbligazioni subordinate mi riferisco a titoli il cui rimborso nel caso di liquidazione o fallimento dell’emittente avviene successivamente a quello dei creditori ordinari, comprese le normali obbligazioni definite senior. Le obbligazioni subordinate si distinguono, infatti, dalle altre obbligazioni non in base al tipo di tasso, ma per la tipologia di rischio. Si tratta di titoli con rischio più elevato rispetto a quello delle obbligazioni ordinarie e pertanto sono caratterizzate da un maggior rendimento. Il motivo principale va ricercato nel fatto che questi bond non sono considerati strumenti di debito tradizionali ma vengono trattati alla stregua del capitale e rappresentano spesso un’alternativa al più costoso collocamento di azioni.

Nel caso delle banche esistono diverse tipologie di obbligazioni ad ognuna delle quali si accompagnano diverse caratteristiche finanziarie. Infatti volendo essere chiaro e sintetico illustrerò una scala di obbligazione:

Tier 1

Si tratta della tipologia più rischiosa da assimilare a un’azione. Non ha scadenza ma l’emittente ha le possibilità di rimborsare il titolo (opzione call) di solito al decimo anno e, se non lo fa, la cedola viene cancellata e persa. In caso di liquidazione, vengono privilegiati i portatori di Tier 2 (Lower e Upper) e Tier 3.

Upper Tier 2

Meno rischiose del Tier 1, in caso l’emittente chiuda l’esercizio in perdita, le cedole non vengono cancellate ma soltanto sospese e pagate, tutte insieme, nel primo anno che si chiuda in utile. In caso di liquidazione vengono privilegiati i portatori di Lower Tier 2 e Tier 3.

Lower Tier 2

Rappresentano la categoria più privilegiata all’interno dei titoli subordinati. Le cedole infatti sono bloccate soltanto nel caso in cui si manifesti un grave caso di insolvenza. Il capitale subisce decurtazioni, se non in caso di liquidazione della banca. In caso di liquidazione dell’emittente, questo strumento viene preferito ai Tier 1 e Upper Tier 2, trovandosi allo stesso livello dei Tier 3.

Tier 3

Hanno scadenza breve, di solito dai 2 ai 4 anni. Il pagamento delle cedole può essere sospeso (non cancellato), in caso di indebolimento eccessivo della solidità dell’istituto. In caso di liquidazione dell’emittente, si trovano sullo stesso livello dei Lower Tier 2 e dopo ai Tier 1 e Upper Tier 2.

 

Bond Subordinati: la vera mappa
Un terzo è in tasca ai risparmiatori

Sono 61 miliardi in tutto. Entro il 2017 ben 10,3 dovranno essere rimborsati.
Chi li emette, quanti sono e chi li possiede: 23 miliardi e più in mano alle famiglie

 

subordinati_1224x916

Se sei interessato ai servizi di Banca Mediolanum (a Civitavecchia, Santa Marinella, Tarquinia, Viterbo, Santa Severa, Cerveteri, Ladispoli )
Ottieni Info

 

Giordano Cozzi
Family Banker. Investo molte ore della mia giornata, alla ricerca di informazioni finanziarie e bancarie, con l’obiettivo di dare un vero valore aggiunto a tutti i clienti.

  • 0

Salva banche o salva risparmiatori?

Tags : 

Scatta il piano salva-banche. «Niente fondi pubblici». Operazione da 3,6 miliardi

Via libera al salvataggio delle quattro banche italiane “malate”. Banca Marche, Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio, Cassa di Risparmio di Ferrara, CariChieti saranno messe in sicurezza grazie a uno sforzo ripartito tra l’intero sistema bancario, azionisti e titolari delle obbligazioni subordinate. Il decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri «non prevede alcuna forma di finanziamento o supporto pubblico alle banche in risoluzione o al Fondo nazionale di risoluzione». Il decreto entrerà in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione, prevista per oggi 23 novembre 2015. In serata è arrivato anche il via libera formale della Commissione europea all’operazione. di L. Davi e M. Ferrando, con articoli di B. Romano e D. Colombo – Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/pAAT9l

Cosi titolava l’articolo del Sole 24 Ore il 23 Novembre 2015.

01/11/2014

I risultati degli stress test sulle banche italiane preannunciano grandi cambiamenti nel sistema bancario a livello di servizi e offerta ai risparmiatori.

Lavorare in banca non significa essere seduto all’interno di una filiale ed indossare una cravatta. In un mondo finanziario sempre più complesso, dove le regole del gioco mutano in continuazione, serve: preparazione, professionalità, competenza. A questo vanno integrati il Metodo, la Costanza e l’Organizzazione. Sono queste le caratteristiche che contraddistinguono noi Family Banker dal resto del panorama bancario.

In otto anni di attività non ho mai assistito a tanti cambiamenti come in questi ultimi quattro anni. Il mondo finanziario è cambiato dopo il fallimento della banca d’affari americana Lehman Brothers. La mutazione del contesto economico ha indotto governi e Stati a cambiamenti radicali. I risparmiatori hanno preso coscienza di tutto ciò, (vedi sopra l’articolo Salva-banche), come hanno evidenziato gli ultimi fatti di cronaca che hanno scosso gli animi di tutti noi. Cosi l’Italia e gli italiani si apprestano ad iniziare il 2016, come l’anno che dovrebbe segnare la svolta per la tanto attesa ripresa economica. Ogni consulente deve sensibilizzare con ogni mezzo la realtà bancaria con cui ci stiamo rapportando ormai da tempo, cosi come ogni risparmiatore deve, con il sostegno di figure professionali, esaminare la propria situazione finanziaria. Ecco che mi affido al buon senso di ogni cittadino affinchè possa scegliere la banca di fiducia, basandosi su fatti e dati concreti.

Informatevi! 

 

Quali sono le banche più solide?

 

tumblr_nvac49kUjY1sa6o3bo1_1280

 

Se sei interessato ai servizi di Banca Mediolanum (a Civitavecchia, Santa Marinella, Tarquinia, Viterbo, Santa Severa, Cerveteri, Ladispoli )
Ottieni Info

 

 

 

Giordano Cozzi
Family Banker. Investo molte ore della mia giornata, alla ricerca di informazioni finanziarie e bancarie, con l’obiettivo di dare un vero valore aggiunto a tutti i clienti.

  • 0

La nuova Era delle banche

Tags : 

Era il 27.06.2013 e…

Il 10.07.2015, il parlamento approva il “decreto salva banche

Oggi, 01.12.2015

Come tutelarti:

Le norme europee prevedono come ‘pavimento minimo’ per le banche un Cet1 Ratio dell’8%, che equivale a dire che una banca può effettuare investimenti (finanziamenti, prestiti, mutui,investimenti su titoli ecc) ponderati per il rischio superiori a 12,5 volte il capitale proprio. Più questo indicatore è elevato, maggiore dovrebbe essere la solidità dell’istituto, ovvero la capacità di affrontare eventuali scenari negativi. In generale un livello sotto il 9% non è considerato sufficiente, e sotto l’8% è assolutamente a rischio.

banche2

Scopri di più 

In conclusione, prima di scegliere l’istituto al quale dare la vostra fiducia,  dedicate un pò di tempo a documentarvi e soprattutto basate le vostre scelte sui numeri ed i fatti concreti.

Video:   Striscia la notizia del 22 Novembre 2015 + Adusbef 

 

Se sei interessato ai servizi di Banca Mediolanum (a Civitavecchia, Santa Marinella, Tarquinia, Viterbo, Santa Severa, Cerveteri, Ladispoli )
Ottieni Info

Giordano Cozzi
Family Banker. Investo molte ore della mia giornata, alla ricerca di informazioni finanziarie e bancarie, con l’obiettivo di dare un vero valore aggiunto a tutti i clienti.

  • 0

Bot people, addio

Tags : 

C’erano una volta i BoT-people, i risparmiatori italiani che acquistavano BoT e beneficiavano di cedole interessanti. Basti pensare che la quota del debito pubblico in mano a investitori italiani fino a metà degli anni ’90 era vicina al 90%, un po’ come oggi in Giappone. Ma oggi i BoT-people sono in via d’estinzione. Perché i titoli di Stato italiani, così come gli altri bond governativi emessi dai Paesi dell’Eurozona, offrono rendimenti nominali (da cui detrarre l’inflazione o sommare la deflazione per arrivare al rendimento reale) a 0 o sottozero. Oggi i BoT a 3 mesi sul mercato secondario “pagano” lo 0,03 annualizzato, quelli a 6 mesi lo 0,12 e quelli a 12 mesi lo 0,19. Sugli stessi livelli i titoli del Portogallo e un po’ più bassi quelli spagnoli. Se ci si sposta in Germania, Belgio, Finlandia, Francia, Irlanda e Austria, invece, i rendimenti nominali sono negativi per durate fino a 3 anni. In pratica si acquista un titolo esponendosi per tre anni in cambio di ricevere, a scadenza, un importo inferiore. Benvenuti nell’era dei tassi sottozero. bot people

I bond governativi di lunga durata offrono rendimenti un po’ più alti, considerata la maggiore esposizione temporale e conseguentemente il maggior livello di rischio. Ma in tutta l’Eurozona viaggiano ai minimi storici (e con prezzi che si muovono in direzione opposta) sui massimi. I BTp a 10 anni hanno toccato la settimana scorsa il minimo al 2,23% per poi tornare nell’ultima seduta al 2,4%. I titoli spagnoli viaggiano 20 punti base in meno (2,2%). I titoli tedeschi sono all’1% dopo aver toccato un minimo allo 0,9% (l’elenco completo dei bond dell’Eurozona a 10 anni). Il rischio è che, non appena l’appetito per il rischio sui mercati finanziari dovesse scendere, sui bond dell’Eurozona (in particolare su quelli della periferia) potrebbe scoppiare una bolla non è da escludere.

Per il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, l’inflazione dovrebbe tornare al 2% fra 10 anni. Uno scenario più ottimista di quello dei mercati che in questo momento prezzano un tasso di inflazione all’1,35% da qui a 10 anni. Previsioni che incorporano, vista dall’altro lato, una debole ripresa economica dell’Eurozona anche per i prossimi due lustri. Se però le cose dovessero andare meglio, come auspicato, l’inflazione potrebbe risalire molto prima. In quel caso acquistare oggi titoli di lunga durata con rendimenti compresi tra l’1% e il 2,5% equivarrebbe a rischiare di maturare rendimenti reali negativi per molti anni.

btp10 anni 2015

 

Se sei interessato ai servizi di Banca Mediolanum (a Civitavecchia, Santa Marinella, Tarquinia, Viterbo, Santa Severa, Cerveteri, Ladispoli )
Ottieni Info

Giordano Cozzi
Family Banker. Investo molte ore della mia giornata, alla ricerca di informazioni finanziarie e bancarie, con l’obiettivo di dare un vero valore aggiunto a tutti i clienti.

Categorie

Furto, smarrimento, duplicazione di bancomat e carte di credito?