Tag Archives: Qe

  • 0

Bce, le mosse di Mario Draghi

Tags : 

Sei misure. Sette, se si conta anche la più importante: la sorpresa. Così Mario Draghi ha provato a dare una nuova scossa all’economia dell’Eurozona, mettendo in campo, insieme agli interventi già attesi, anche una serie di decisioni che soltanto i più ottimisti immaginavano potessero arrivare già oggi e che invece il Consiglio direttivo della Bce – senza il voto del falco tedesco Jens Weidmann – ha approvato “a maggioranza schiacciante”. La direttrice principale resta quelle di sempre: mettere le banche nella condizione di trasmettere più facilmente la liquidità iniettata dalla Bce direttamente nell’economia reale, facendo ripartire l’inflazione.

Gli strumenti: la riduzione dei tassi, nuovi e più vantaggiosi prestiti dell’Eutrotower condizionati all’erogazione di credito, l’espansione del Quantitative Easing. La migliore risposta a chi dice che le banche centrali non hanno più strumenti a disposizione, ha detto Draghi, “sono le decisioni di oggi. È una lista piuttosto lunga di misure destinate a rafforzare la congiuntura. Abbiamo dimostrato che non ci mancano gli strumenti”.

Sul primo capitolo Draghi ha agito su tre fronti. Sulla scia delle aspettative, ha ridotto ulteriormente il tasso di interesse sui depositi, il costo applicato agli istituti che depositano la propria liquidità presso l’Eurotower, da -0,3% a -0,4%. L’obiettivo, in questo senso è chiaro: scoraggiare le banche dal mantenere denaro al proprio interno invece di concedere prestiti a imprese e famiglie.

A sorpresa il presidente della Bce ha scelto anche un nuovo taglio del tasso principale di rifinanziamento refi), portato per la prima volta nella sua storia a 0 dallo 0,05% e di quello marginale dallo 0,3% allo 0,25%. Una mossa che per Draghi ha voluto dire più che altro dimostrare che di fronte al deterioramento del quadro economico dell’Eurozona la Bce è pronta ad utilizzare tutte le leve possibili, anche quando – come in questo caso – i margini sono ormai strettissimi.

Anche per questo tra le misure annunciate oggi è arrivata, un po’ a sorpresa, un nuovo round di quattro aste di liquidità a lungo termine condizionate alla concessione di credito all’economia reale (TLTRO). Con una novità importante rispetto al passato. Maggiori saranno i prestiti concessi dagli istituti, minore sarò il costo per le banche. Anzi il tasso potrà persino diventare negativo, raggiungendo il livello dei tassi di deposito in vigore. In poche parole, le banche non solo pagheranno poco o nulla per ottenere liquidità, ma riceveranno denaro per presentare denaro.

Anche sul fronte del Quantitative Easing Mario Draghi ha regalato qualche sorpresa. Da una parte con anche l’aumento degli acquisti mensili, dai 60 miliardi attuali ad 80. Dall’altra con l’inclusione, tra gli asset interessati dal programma, anche delle obbligazioni societarie. Non saranno più quindi soltanto i titoli di stato dei Paesi dell’Eurozona ad essere oggetto dello shopping della Banca Centrale Europea.

Se sei interessato ai servizi di Banca Mediolanum (a Civitavecchia, Santa Marinella, Tarquinia, Viterbo, Santa Severa, Cerveteri, Ladispoli )
Ottieni Info

Giordano Cozzi
Family Banker. Investo molte ore della mia giornata, alla ricerca di informazioni finanziarie e bancarie, con l’obiettivo di dare un vero valore aggiunto a tutti i clienti.

  • 0

Le contromisure di Pechino

Tags : 

La Banca centrale cinese deve creare più moneta non cambiarne la sua composizione, è necessario non solo accrescere la liquidità ma crearne di nuova, aumentare il suo bilancio arrivando ad acquistare titoli cinesi, al limite anche azionari, e ridurre la caduta dei prezzi. Le contromosse della Banca centrale cinese quindi, posso essere il c.d. Qe, usato dalla Bce in Europa, e una massiccia iniezione di liquidità nel sistema bancario, peraltro, già in atto.

http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2015-08-25/un-qe-pechino-065732.shtml?uuid=AC52FOm

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2015-08-25/la-banca-centrale-cinese-inietta-30-miliardi-dollari-rassicurare-mercati-e-garantire-liquidita-sistema-072128.shtml?uuid=ACGoyOm

 

Se sei interessato ai servizi di Banca Mediolanum (a Civitavecchia, Santa Marinella, Tarquinia, Viterbo, Santa Severa, Cerveteri, Ladispoli )
Ottieni Info

 

Giordano Cozzi
Family Banker. Investo molte ore della mia giornata, alla ricerca di informazioni finanziarie e bancarie, con l’obiettivo di dare un vero valore aggiunto a tutti i clienti.

Categorie

Furto, smarrimento, duplicazione di bancomat e carte di credito?